Pubblicato su Iaas TIM      Navigazione gratuita con Giga Free      gdpr ready

Il turno di notte è uguale al turno di giorno?

Il lavoro a turni rappresenta oggi un importante fattore per l'organizzazione del lavoro, molte sono le attività che si svolgono anche alla sera o alla notte.

In questo articolo parleremo in particolare della gestione degli orari notturni e come è possibile calcolare in automatico le maggiorazioni.

Cos'è il lavoro a turni?

Il “lavoro a turni” è una tipologia di organizzazione dell’orario di lavoro, diversa dal normale “lavoro giornaliero”, in cui l’orario operativo dell’azienda viene esteso oltre le normali 8-9 ore diurne, fino a coprire l’intero arco delle 24 ore, tramite la turnazione di diversi gruppi di lavoratori.

Un esempio può essere un operaio in fabbrica che lavora alla postazione di montaggio durante un ciclo di otto ore, timbra il cartellino di uscita per poi essere sostituito da un collega, che coprirà le otto ore successive.

 

Quali sono i turni di lavoro?

A seconda del tipo di lavoro, i turni possono essere diurni o notturni e possono avere estensioni diverse (generalmente sono di 8 ore). 

Nel contratto collettivo nazionale di lavoro (CCNL) viene indicato come turno diurno e pomeridiano quello compreso dalle 06:00 alle 22:00 di sera, mentre per il turno notturno dalle 22:00 alle 06:00 di mattina.

Per i lavoratori la cui attività prevede un’organizzazione su turno notturno, diverso dagli straordinari o dal lavoro domenicale, viene retribuito con una maggiorazione.

 

Cosa significa maggiorazione?

Significa che oltre alla normale paga oraria avrà diritto anche ad aumenti proprio per via del lavoro nel turno di notte.

I lavoratori notturni, quindi, hanno sempre e comunque diritto ad uno stipendio più alto, ottenendo una maggiorazione della retribuzione.

Di solito la retribuzione per questa tipologia di lavoro è maggiorata tra il 30% e il 60%, in base al tipo di CCNL applicato circa rispetto al lavoro diurno.

 

Come calcolare le maggiorazioni in automatico?

Oltre a rilevare le presenze dei dipendenti esiste, in Prezenze Facili, la possibiltà di gestire in automatico le voci giustificativi sulle eventuali indennità (maggiorazioni, buoni pasto, indennità di trasferta, ecc.).

Questo calcolo consente di applicare tutte le regole contrattuali in materia di maggiorazioni sulle ore lavorative notturne, festive ed extra orarie.

Il programma assegna in automatico le ore di maggiorazione giornaliere sul cartellino del dipendente e le calcola in base a quando vengono effettuate nelle fasce orarie giornaliere.

 maggiorazioni giornaliereMaggiorazioni giornaliere con riclassificazione sulle fasce orarie
 
 
maggiorazioni settimanaRegole di maggiorazione sui giorni della settimana
 
 
 

Per rendere flessibile il conteggio è possibile configurare regole giornaliere, settimanali e mensili per soddisfare appieno le norme di ogni CCNL e le ricalcola in modo da soddisfare le regole più complesse.

 maggiorazioni cartellinoMaggiorazioni per giorno e fascia oraria


Domande? Compila il form
  • vicenzi1.jpg
  • leaderform1.jpg
  • eurochefitalia1.jpg
  • webfit.jpg
  • geofarm.jpg
  • punto-laser-valenza.jpg
  • cps-analitica.jpg
  • adami1.jpg
  • cineworld1.jpg
  • comune_samugheo.jpg
  • avon1.jpg
  • tosano.jpg
  • segen.jpg
  • comune_allai.jpg
  • querini_stampalia1.jpg
  • craiassociati1.jpg
  • casarano1.jpg
  • diesel1.jpg
  • globo1.jpg
  • dialogo-italia1.jpg
  • telepace1.jpg
  • walcher-allestimenti.jpg
  • itas1.jpg
  • publigas1.jpg
  • lumberjack1.jpg
  • comune_san_salvatore_fitalia.jpg
  • ordine_bologna.jpg
  • comune_sarule.jpg
  • puebla.jpg
  • zenyatch1.jpg
  • rototec.jpg
  • ilbuonpane1.jpg
  • comune_pagliara.jpg
  • teclumen.jpg
  • sartori1.jpg
  • freudenberg.jpg
  • superspesamia1.jpg
  • ipincopallino1.jpg
  • provinvia_cagliari.jpg
  • prefettura_nuoro.jpg